Elisa Alessandroni

Diplomata in oboe e Didattica della Musica con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Ha partecipato a numerose rassegne concertistiche, in Italia e all’estero, come solista e in formazioni cameristiche.

Ha conseguito il diploma magistrale e l’abilitazione all’insegnamento per la Scuola Primaria.

Nel 1992 ha iniziato l’attività di docente presso le scuole professionali statali ungheresi di Hajduboszormeny e Debrecen, dove ha insegnato musica (classe di oboe e flauto dolce) e lingua italiana.

Ha collaborato con la professoressa Edit Bagossi (Università di Debrecen, dipartimento di italianistica) alla stesura dei testi “Oloasz Nyelvi” (lingua italiana per cantanti e musicisti- ed. Letter-Print Nyomda- Budapest, 2000) e “Nem csak olasz nyelvi 1.” (non solo lingua italiana, 2002), in qualità di lettore madrelingua.

Nell’ambito corale ha partecipato alla rassegna “Il Garda in coro” (ed. 1994) nella direzione del coro di voci bianche “Bela Bartok” di Hajduboszormeny (Ungheria). Di seguito ha diretto il coro “Le voci bianche della Corba” di Massafiscaglia (Ferrara) e il coro scolastico “Cori dal mondo” di Cori (LT).

Dal 2000 è docente di ruolo nella Scuola Primaria presso le scuole Primarie della provincia di Ferrara e, in seguito, nella provincia di Latina.

Tra i progetti didattici realizzati si segnala la sua partecipazione a due edizioni (2009/2010 e 2010/2011) de il “Piano Logos – Didattica della Comunicazione Didattica – scuole in rete: riflessioni ed esperienze per innovare la didattica”, iniziativa del 1° Circolo di Formia in collaborazione con il MIUR, di cui esiste pubblicazione a cura della Direzione Didattica Statale – 1° Circolo di Formia.

Il 27 marzo 2015, presso l’I.T.I.S. “Galileo Galilei” in Roma, unitamente al prof. Emanuele Pappalardo (docente di materie compositive nel dipartimento di Didattica della Musica presso il Conservatorio “O. Respighi” di latina), ha partecipato al convegno dal titolo “Può esistere una scuola senza l’arte? – Musica per tutti a partire dalla scuola primaria”, organizzato dal MIUR e dall’Associazione Professionale “Proteo Fare Sapere” del Lazio, relazionando sulla tematica “Quale ruolo per le tecnologie digitali in ambito musicale nella formazione dei docenti? Riflessioni ed esperienze tra scuola dell’infanzia e primaria”. In tale occasione ha presentato i progetti di informatica musicale per la scuola primaria “Progetto Venere” e “L’arpa magica”, realizzati dai suoi alunni delle classi prime di scuola primaria di Cori-LT (https://youtu.be/NVq_4M-WUW0  e https://youtu.be/XsCjgFvhDRk )

Ha partecipato a numerosi corsi di “Informatica musicale per la scuola” presso il Conservatorio di Latina, tenuti dal prof. Emanuele Pappalardo. Ha ricoperto il ruolo di tutor d’aula (a.a. 2016/2017) affiancando lo stesso Emanuele Pappalardo, e di docente di laboratorio (a.a. 2016/2017 e 2017/2018) nei corsi di formazione per docenti di informatica musicale per la scuola.

È in possesso degli attestati di partecipazione ai seminari organizzati nell’ambito del corso di formazione “Esperto in progettazione e conduzione di percorsi formativi in informatica musicale della scuola”, tenutosi presso il Conservatorio di Latina, di seguito elencati:

  • Annarita Addessi – La creatività musicale e motoria dei bambini in ambienti riflessivi (proposte didattiche con la piattaforma miror), 6/05/2017;
  • Michel Imberty – Le origini della musicalità Umana, 13/05/2017;
  • Francoise Delalande – Dalla nota al suono (nuova tecnologia, nuova società, origini della creatività musicale), 20/05/2017;
  • Mario Baroni – Analisi, interpretazione, ascolto (L’Hyperion di Bruno Maderna), 10/06/2017.

Ha frequentato, altresì, i seminari:

  • Medicina nell’arte – l’ascolto fisiologico, l’ascolto musicale, 14/05/2016;
  • Medicina nell’arte, patologia dell’ascolto soluzioni mediche, musicoterapiche, tecnologiche (a cura della prof.ssa Elena Damiani), 25/09/2017.

Ha frequentato il corso di formazione sulla voce, organizzato dal Conservatorio di Latina e tenuto dalla prof.ssa Elena Damiani (canto) e dalla prof.ssa Carla Coccia (consapevolezza corporea-metodo Feldenkrais e Tomatis), a.a. 2016/2017.

Ha partecipato ai seguenti seminari didattici organizzati nell’ambito del progetto multimediale Vox Imago, condotti dal prof. Carlo Delfrati e riferiti alle opere:

  • Fidelio, Beethoven (Daniel Baremboim, Deborah Warner-Teatro Alla Scala) – 2016;
  • Il Barbiere di Siviglia, Rossini (Gian Paolo Bisanti, Vittorio Borrelli, Teatro Regio Torino) – 2017;
  • Manon Lescaut, Puccini (Gianandrea Noseda, Vittorio Borrelli, Teatro Regio Torino) – 2018.

Come docente di laboratorio, ha fatto parte dell’Equipe pedagogica per la realizzazione del progetto di ricerca “Musica e tecnologia nella scuola primaria-i bambini compongono,  narrano, analizzano e riflettono” realizzato dal Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina, in convenzione con l’Istituto Comprensivo statale “Giuseppe Giuliano” di Latina (2017/2018), con la partecipazione dei referenti: Francoise Delalande (INA_GRM, Parigi), direzione scientifica; Luca Marrucci (musicista, didatta e dottore in scienze della formazione), elaborazione dati; Emanuele Pappalardo (docente di elementi di composizione per didattica della musica), ideazione e coordinamento.

Attualmente è in servizio nella scuola primaria di Norma (LT), dove insegna: matematica, geografia, educazione fisica, tecnologia e musica.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto